Questo Sito utilizza cookie di sistema in conformità alla cookie policy del Sito.

Cliccando su OK, continuando a navigare o chiudendo il banner, acconsenti all’utilizzo di cookie. Per maggiori informazioni clicca qui.

Edilizia civile e industriale, Consolidamenti strutturali, Restauri conservativi, Consulenza e progettazione

Tetti in Legno

Costruzione, manutenzione e rifacimento di strutture di copertura in legno

Tetti in LegnoE’ tendenza consolidata negli ultimi anni il ritorno all’utilizzo del legno come materiale da costruzione per la realizzazione di coperture su edifici nuovi e oggetto di ristrutturazione o adeguamento sismico. Tale tipologia costruttiva, temporaneamente abbandonata con la diffusione dell’utilizzo del cemento armato, è oggi di gran lunga preferibile sia per la leggerezza che la contraddistingue, sia per il notevole impatto estetico che è in grado di apportare all’edificio.

Tipologia di coperture:

Coperture non isolate e non ventilate: in questa tipologia non c'e? controllo della trasmissione di energia termica e del comportamento termoigrometrico attraverso gli starti funzionali.

Coperture ventilate e non isolate: controllano, attraverso uno strato funzionale specifico, il comportamento termoigrometrico ma non controllano la trasmissione del calore.

Coperture isolate e non ventilate: attraverso strati funzionali specifici c'e? controllo riguardo alla trasmissione del calore ma non e? verificato il comportamento termoigrometrico.

Coperture isolate e ventilate: assicurano il controllo del comportamento termoigrometrico e della trasmissione del calore attraverso strati funzionali specifici.

Tetto caldo: in questa soluzione lo strato impermeabile all'acqua, ma non traspirante, è posto al di sopra dello strato isolante, mentre il freno a vapore è collocato sotto la coibentazione alla parte interna dell'edificio. Tale collocazione, in combinazione con uno strato di ventilazione (intercapedine), posto sopra la guaina traspirante e sotto il manto di copertura, è applicata nella massima parte delle costruzioni di copertura inclinata a falde.

Tetto rovescio: la collocazione dello strato impermeabile trova sede sotto l'isolamento termico, immortale che la guaina venga protetta dalle escursioni termiche, dai raggi di ed agenti meccanici. In questo caso il manto impermeabile fungerà anche da barriera vapore. L'isolante termico si trova, però, in tale posizione particolarmente esposto agli agenti atmosferici e deve avere caratteristiche ottimali di resistenza, impermeabilità e inalterabilità nel tempo, per esempio il polistirene estruso soddisfa le esigenze di questa collocazione.

Tetto “pacchetto”: Una ulteriore soluzione per risolvere il problema del controllo Termo igrometrico delle coperture e di facile realizzazione con l'ossatura di legno e ideata dall'introduzione di un'intercapedine ventilata aperta al livello della gronda e del colmo e che trova collocazione tra isolante termico e lo strato di tenuta.

Tipologie di taglio:

Legno “lamellare”: è un materiale composto da lamelle incollate in senso parallelo alla fibratura dell’essenza. Tali lamelle hanno uno spessore variabile tra i 32 mm. e 40 mm. e le sezioni in larghezza vanno da 80 mm fino a 260 mm.  l’altezza può arrivare a 1.300 mm.. Le sue caratteristiche lo rendono un ottimo materiale per funzioni strutturali ed anche estetiche. Le essenze utilizzate sono prevalentemente di latifoglie quali robinia, quercia, castagno, faggio etc..

Legno massiccio KVH (marchio registrato): è un materiale da costruzione squadrato, piallato e essiccato artificialmente. Il processo di lavorazione e controllo consente ridotte deformazioni e fessurazioni, che tuttavia sono presenti in quanto caratteristica del materiale stesso. Il giunto a pettine permette di ottenere elementi di maggior lunghezza.?Le essenze utilizzate per la produzione sono essenzialmente abete rosso o bianco, pino e larice.

Travi uso Trieste: l’essenza utilizzata è principalmente l’abete rosso, con  squadratura sulle quattro facce. La squadratura con smusso segue la conicità del legno e consente una elevata resistenza meccanica. L’utilizzo prevalente è nel campo della carpenteria ma può essere utilizzato anche per la realizzazione di coperture (preferibilmente non a vista)

Travi uso Fiume: l’essenza utilizzata è principalmente l’abete rosso, piallato su 4 lati a sezione parallela. Mantiene ottime caratteristiche meccaniche ed elastiche. L’utilizzo principale è nel campo del restauro e, opportunamente trattato, consente il raggiungimento di effetti di notevole impatto estetico.

  • CIMG0637
  • CIMG0694
  • DSC01547
  • DSCN0328
  • Immagine 194
  • P1000043
  • SAM_0492
  • SAM_1326
  • SAM_8555
  • SAM_8568
  • SAM_8941
  • SAM_9383
  • SAM_9561
  • farioli
  • foto loredano
  • piero
  • pola

© Copyright 2014. Attiv.A Costruzioni Srl , Via Pilastrello 20 - Cento (FE)
P.Iva: 01745510386. All Right Reserved - Cookies Policy - Privacy
Facebook Condividi su Facebook  Twitter Condividi su Twitter Google Condividi su Google +
Scroll to Top